Laboratorio di Comunicazione Efficace e Narratività

Il Laboratorio di Comunicazione Efficace nasce nel 1999 presso la Scuola di Specializzazione all’Insegnamento Secondario (SSIS) dell’Università degli Studi di Trento, sede di Rovereto, per opera del prof. Marco DALLARI, docente di Pedagogia Generale e Scienza della Formazione presso il Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive.

Inizialmente, il Laboratorio viene istituito per la formazione degli iscritti alla SSIS, ossia per i laureati nelle diverse discipline che desiderano diventare insegnanti, e quindi prendere l’abilitazione all’insegnamento per le Scuole medie e superiori (primo e secondo grado).

L’attività del Laboratorio è rivolta ad approfondire le competenze di comunicazione e relazione educativa.

Attraverso esercitazioni pratiche, gli studenti e gli utenti in genere, possono migliorare l’uso della voce e del corpo nelle diverse modalità di comunicazione: la lezione frontale, il dibattito tematico o talk-show, la messa in scena teatrale, il role-play, la presentazione multimediale, il documentario video, il videoclip letterario.

L’obiettivo è quello di ideare e realizzare progetti di comunicazione didattica legati alla disciplina di riferimento.

Il Laboratorio dispone di un’aula-teatro dotata di strumenti audio-video-informatici per la sperimentazione e realizzazione di prodotti didattici multimediali, all’interno del quale
gli studenti progettano e mettono in scena le loro performance; ogni attività viene videoripresa e in seguito analizzata e commentata.

In seguito, il Laboratorio diventa un punto di riferimento per la formazione permanente: oltre agli iscritti alla SSIS, hanno frequentato i corsi di comunicazione del laboratorio insegnanti di ogni scuola e grado, dalle elementari alle superiori, i vigili del comune di Rovereto, la Guardia di Finanza della Regione Trentino, la Scuola Nazionale delle Guide Alpine, il personale amministrativo e di polizia carceraria del carcere di Rovereto.

Oltre ad agire nella sua sede istituzionale il Laboratorio ha anche decentrato e reso mobile le proprie attività, alla Fiera del libro per ragazzi di Bologna, alla Fondazione Mussale Cà la Ghironda di Zola Pedrosa (BO), alla Biblioteca Poletti del Comune di Modena e in vari corsi e seminari.